logologo

Contattaci

HomeBlog2023 Europe Battery Storage System

Sistema di accumulo batterie Europa 2023

2023-10-08

L'anno scorso, l'Europa ha raggiunto una capacità di stoccaggio delle batterie di 4,5 GW e si prevede che raggiungerà i 95 GW entro il 2050, sulla base dei dati di LCP Delta e Aurora Energy Research. LCP Delta aveva precedentemente riferito che 1,9 GW di questi erano storage su scala di rete, incluso il Regno Unito.

Nel loroedizione recente dell'European Market Monitor on Energy Storage (EMMES), prodotto in collaborazione con l'Associazione europea per lo stoccaggio dell'energia (EASE), LCP Delta prevede ulteriori 6 GW di stoccaggio tramite batterie da aggiungere nel 2023.

Immagazzinamento dell'energia Lo stoccaggio dell'energia, l'atto di preservare l'energia per un uso futuro, è fondamentale per migliorare la produzione di energia rinnovabile, rafforzare l'efficienza energetica e garantire la sicurezza energetica.

Per raggiungere gli obiettivi climatici dell'UE e affrontare la crisi energetica emersa nell'autunno 2021, è fondamentale una trasformazione significativa del sistema energetico. Questo sistema rinnovato dovrebbe dare priorità all’aumento dell’efficienza energetica e all’adozione rapida ed espansiva di fonti energetiche rinnovabili variabili. Fondamentalmente, questo cambiamento richiede una maggiore flessibilità, che implica la capacità del sistema di rispondere alle esigenze dinamiche della rete, gestendo senza soluzione di continuità le fluttuazioni della domanda e dell'offerta.

Mantenere un preciso equilibrio tra consumo e produzione di elettricità è vitale per la stabilità di qualsiasi rete. Le soluzioni di flessibilità facilitano questo equilibrio immagazzinando l’elettricità in eccesso per periodi variabili, consentendone l’utilizzo durante i periodi di forte domanda. Gli studi indicano una correlazione significativa tra l'aumento dell'utilizzo di energie rinnovabili e la necessità di flessibilità all'interno delle infrastrutture energetiche.

Lo stoccaggio dell'energia, oltre a migliorare la flessibilità, può moderare la volatilità dei prezzi, ridurre i costi dell'elettricità nelle ore di punta e consentire ai consumatori di personalizzare i propri consumi in base ai prezzi e alle esigenze. Inoltre, aiuta a elettrizzare diversi settori, come l’edilizia abitativa e i trasporti. Ad esempio, i veicoli elettrici possono bilanciare la rete elettrica e persino alimentare le famiglie, mentre l'accumulo termico può promuovere l'integrazione energetica e decarbonizzare i settori del riscaldamento e del raffreddamento.

Guida e consigli sullo stoccaggio dell'energia

Contesto storico:
La Commissione Europea ha compiuto i primi passi verso la standardizzazione e la promozione dello stoccaggio dell'energia pubblicando documenti guida nel giugno 2016, che hanno definito e stabilito i principi per lo stoccaggio dell'energia. Successivamente, nel 2017, un documento di lavoro dei servizi ha elaborato il ruolo dell’elettricità nello stesso contesto. Queste basi hanno gettato le basi per l'adozione del "pacchetto Energia pulita per tutti gli europei" nel 2019.

Panorama di archiviazione attuale:
A partire da Studio 2020, lo stoccaggio idroelettrico mediante pompaggio domina lo scenario dello stoccaggio energetico nell'UE. Tuttavia, i progetti relativi alle batterie stanno rapidamente guadagnando terreno. Oltre a queste, varie tecnologie emergenti di stoccaggio dell'elettricità stanno facendo passi da gigante nello sviluppo, proponendosi sempre più come opzioni competitive sul mercato.

Rapporti sui progressi della competitività:
Dal 2020 in poi, la Commissione pubblica relazioni annuali che descrivono in dettaglio il panorama competitivo delle tecnologie energetiche pulite. Il rapporto del 2022 pone l'accento sulla produzione di idrogeno rinnovabile attraverso l'elettrolisi dell'acqua e le batterie, dato il loro ruolo chiave nella decarbonizzazione dei settori dell'energia e dei trasporti.

Raccomandazione 2023 della Commissione:
La raccomandazione "Stoccaggio dell'energia: alla base di un sistema energetico dell'UE decarbonizzato e sicuro" è stata adottata il 14 marzo 2023. Il presente documento:

  1. Si rivolge alle nazioni dell'UE: La raccomandazione fornisce consulenza ai paesi dell'UE sui fattori cruciali che possono accelerare la diffusione dello stoccaggio dell'energia. Gli indicatori chiave includono il riconoscimento del doppio ruolo svolto dallo stoccaggio sia come consumatore che come produttore, garantendo l'aderenza al quadro normativo dell'UE sull'elettricità, eliminando barriere come la doppia imposizione e semplificando le procedure di autorizzazione.

  2. Consigli finanziari: Il documento suggerisce di migliorare la prevedibilità delle entrate a lungo termine per facilitare i finanziamenti, ad esempio consentendo agli operatori di stoccaggio di essere compensati per i servizi specifici che offrono attualmente. Inoltre, si consiglia ai paesi dell'UE di prendere in considerazione procedure di gara competitive (conformi alle norme sugli aiuti di Stato) per aumentare la flessibilità e perfezionare alcuni parametri nei meccanismi di capacità.

  3. Documento di lavoro del personale: Il documento supplementare, SWD(2023) 57 final, sottolinea l'importanza dello stoccaggio nella più ampia transizione energetica. Mette in luce la fondamentale necessità di flessibilità, affidabilità e stabilità per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione dell’UE. Il documento offre inoltre una prospettiva mondiale sull'implementazione dello storage al di fuori dell'UE, concludendo con una raccolta di migliori pratiche.

 

 

Immagazzinamento di idrogeno ed energia


L'idrogeno offre un potenziale di stoccaggio significativo, il che lo rende prezioso per le reti elettriche. Questo potenziale significa che l’energia rinnovabile può essere immagazzinata in ampie quantità e per periodi prolungati.

Affrontando sia le eccedenze che le carenze di produzione di energia, l'idrogeno migliora l'efficienza energetica e la flessibilità della rete. Riconoscendone l'importanza, nel 2020 l'UE ha istituito una strategia sull'idrogeno come pilastro centrale per l'integrazione del proprio sistema energetico.

Iniziative dell'UE sulla domanda di batterie 


L'appetito globale per le batterie è in aumento, a causa della loro capacità di amplificare l'inclusione delle energie rinnovabili nei sistemi energetici e di promuovere settori industriali e dei trasporti più ecologici. Ciò, a sua volta, ha un impatto sull’elettrificazione in più settori.

Nell'ambito della visione dell'UE, il quadro di governance dell'Unione dell'energia e il piano d'azione strategico sulle batterie costituiscono passi fondamentali verso la creazione di un'industria delle batterie sostenibile, competitiva e integrata a livello globale nell'UE. L'efficacia di queste iniziative è stata valutata nella relazione 2019 della Commissione sull'attuazione della strategia sulle batterie.

 

Panoramica sulle batterie in Europa e sulla ricerca

 

Istituita nel 2019, Batteries Europe rappresenta lo sforzo di collaborazione tra la Commissione europea e le principali parti interessate del settore delle batterie. Questa piattaforma, parte della European Battery Alliance, dispone di una vasta rete di contributori e opera con un solido quadro di governance.

 

Sei gruppi di lavoro specializzati portano avanti le sue direttive, attingendo in gran parte al lavoro fondamentale del Piano strategico per le tecnologie energetiche (Piano SET) Azione 7. Il loro obiettivo principale? Per garantire il vantaggio competitivo dell'Europa nel mercato globale delle batterie.

 

La maggior parte dei nuovi progetti di ricerca legati alle batterie nell'UE rientrano nel partenariato BATT4EU, che ha stanziato 925 milioni di euro per il suo ciclo di finanziamento settennale. Inoltre, diverse nazioni dell'UE stanno collaborando a importanti iniziative di ricerca e innovazione sulle batterie note come importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI).

In qualità di produttore e innovatore di batterie energetiche da oltre 10 anni, ACE Battery si impegna anche nella ricerca sulle batterie, cercando lo sviluppo di soluzioni per batterie energetiche per questo settore. Abbiamo anche programmi e progetti nei paesi europei, collaborando con aziende locali per contribuire allo stoccaggio dell'energia delle batterie. 

 

Progetti di ponti e batterie

 

L'iniziativa Bridge della Commissione europea collega progetti incentrati su reti intelligenti, stoccaggio energetico, digitalizzazione e soluzioni energetiche insulari, finanziati principalmente attraverso i programmi Orizzonte 2020 e Orizzonte Europa. Un risultato degno di nota di questo gruppo è arrivato nel 2018 quando ha pubblicato un rapporto completo sulle batterie. Questo rapporto, influenzato dagli approfondimenti di 15 progetti, era prevalentemente incentrato sull'integrazione delle batterie nell'ecosistema energetico.

Condividi
Articolo precedente
Articolo successivo
Contattaci per la tua soluzione energetica!

Il nostro esperto ti contatterà per qualsiasi domanda!

Select...