logologo

Contattaci

HomeBlogSurvey: Public Supports Promotion of German Solar Factories

Sondaggio: sostegno pubblico alla promozione delle fabbriche solari tedesche

2024-01-28
Secondo un recente sondaggio, la maggioranza dei tedeschi è favorevole ad una promozione temporanea della produzione solare nel paese. L'Associazione tedesca per l'energia solare (BSW) esorta il governo federale ad agire immediatamente.

Un sondaggio rappresentativo condotto dall'istituto di ricerca YouGov per conto della BSW mostra che circa due terzi della popolazione tedesca è favorevole ad una promozione temporanea della produzione fotovoltaica e quindi delle fabbriche solari in Germania. La domanda posta durante il sondaggio era: "Per quanto riguarda l'espansione dell'energia solare, la Germania è fortemente dipendente dalle importazioni dall'Asia. Il governo federale dovrebbe promuovere la vendita di moduli solari dalle fabbriche solari nazionali per un periodo limitato per renderli competitivi e ridurre la dipendenza sull'Europa?"

 

In risposta ai risultati del sondaggio, la BSW-Solar chiede al governo federale di agire immediatamente in linea con i sentimenti del pubblico. In caso contrario, secondo l'associazione industriale, quest'anno in Germania potrebbero essere chiuse altre fabbriche di moduli solari, perdendo così l'opportunità di una rinascita dell'industria solare nel paese. Questa mattina Meyer Burger ha annunciato l'intenzione di chiudere la produzione di moduli a Freiberg a causa delle elevate perdite e dello scarico di moduli dall'Asia. Solo l'introduzione di un bonus di resilienza per l'industria europea potrebbe impedire che ciò accada.

 

Sia il governo federale tedesco che la Commissione europea avevano già fissato mesi fa l'obiettivo di fornire un sostegno maggiore ai produttori di energia rinnovabile per ridurre l'elevata dipendenza dalle importazioni, in particolare nella produzione di moduli solari e dei loro precursori. Mentre altri paesi come gli Stati Uniti e la Cina promuovono fortemente la creazione e il ridimensionamento delle fabbriche solari, le misure concrete da parte del governo tedesco sono ancora in sospeso. Mentre la domanda di fotovoltaico è in forte espansione, sempre meno moduli solari provengono dalla produzione europea.

 

I vincoli di budget non sono un motivo per rinunciare alla promozione

 

"Gli attuali vincoli di bilancio non dovrebbero servire da giustificazione per ulteriori ritardi politici. Nell'agosto 2023, la coalizione del semaforo ha annunciato una serie di misure sensate per la riduzione della burocrazia con il disegno di legge per il 'pacchetto solare I'. Queste misure sarebbero portare a risparmi annuali di decine di milioni nei fondi di bilancio. Il Bundestag tedesco deve ora attuare rapidamente queste misure. I risparmi ottenuti possono ampiamente compensare i costi aggiuntivi temporanei dei prodotti solari della produzione europea, con l'aiuto dei cosiddetti "bonus di resilienza" ' nella legge sulle energie rinnovabili (EEG)", spiega Carsten Körnig, CEO di BSW-Solar.

 

L'associazione e i ricercatori hanno già presentato una proposta concreta ai decisori politici lo scorso anno. Questa proposta dimostra come i finanziamenti iniziali per la creazione di competitività internazionale delle fabbriche solari nazionali possano essere realizzati nel quadro del pacchetto solare I. Tuttavia, l’industria solare rifiuta fermamente l’introduzione di restrizioni o tariffe sulle importazioni poiché si sono già rivelate inefficaci una volta prima.

Condividi
Articolo precedente
Articolo successivo