logologo

Contattaci

HomeBlogThe Pioneering Solar Project Empowering a Remote Community

Il progetto solare pionieristico che dà potere a una comunità remota

2024-02-07
A Old Crow, un remoto villaggio del Canada settentrionale, un progetto solare pionieristico, il più grande della regione, segna l'incursione dello Yukon nel campo delle energie rinnovabili. Distribuendo 900 kW di pannelli solari e 350 kW di batterie, la comunità ha fatto un passo significativo verso l’autosufficienza, riducendo sia il consumo di diesel che le emissioni di gas serra.

Sbloccare il potenziale dell'energia solare

 

Progettato per integrarsi perfettamente con i generatori diesel esistenti, il progetto solare da 450 kW consente a Old Crow di fare affidamento interamente sull'energia solare durante le lunghe estati assolate. Per affrontare la sfida della disponibilità di energia nelle giornate nuvolose o in assenza di luce solare, un sistema di accumulo della batteria è stato abilmente integrato nel sistema di energia solare.

 

Sfruttando l'esperienza della comunità Vuntut Gwitchin First Nation, rinomata per la sua conoscenza del permafrost, gli ingegneri del progetto hanno incorporato isolamento, piastrelle di drenaggio e tecniche di saldatura specializzate per garantire che calore e umidità non penetrino nel terreno. Questo approccio pionieristico riduce al minimo il rischio di danni all'infrastruttura solare causati dallo spietato clima artico.

 

Abbracciare la geografia e il clima unici

 

Old Crow, situato a oltre 100 chilometri a nord del circolo polare artico, sperimenta una distinta traiettoria del sole. Mentre il sole tramonta verso sud nella maggior parte delle regioni dell'emisfero settentrionale, sopra il circolo polare artico, gira continuamente intorno al cielo durante i mesi estivi e tramonta verso nord in primavera e autunno. Comprendendo questo fenomeno, i pannelli solari sono stati posizionati strategicamente in una formazione back-to-back, rivolta a est e ovest per massimizzare l'esposizione alla luce solare costante dell'estate. Inoltre, i pannelli sono angolati verticalmente per evitare l'accumulo di neve, garantendo prestazioni ottimali durante tutto l'anno.

 

Vantaggi economici e ambientali

 

Oltre ai notevoli vantaggi ambientali, questo progetto solare è destinato a generare un fatturato annuo stimato di circa 400.000 dollari, dopo aver tenuto conto dei costi di finanziamento. La comunità di Vuntut Gwitchin prevede di reinvestire questi fondi nella propria comunità, sostenendo ulteriori iniziative di energia rinnovabile come progetti eolici e di biomassa. Guidando questa impresa di energia solare, i Vuntut Gwitchin stanno aprendo la strada ad altre comunità delle Prime Nazioni interessate a ridurre la loro dipendenza dall’energia diesel. Ben 170 comunità aborigene remote in tutto il Canada dipendono ancora dal diesel come fonte di energia primaria, con il trasporto del diesel che contribuisce agli oneri sia finanziari che ambientali.

 

Unire la sostenibilità con la preservazione culturale

 

Il parco solare di Old Crow si trova in un'area tradizionalmente utilizzata dalla comunità indigena per la raccolta delle bacche. In risposta al prezioso feedback della comunità, parti del sito sono state dedicate alla coltivazione di piante autoctone che prosperavano nell'area prima della costruzione. Per favorire l'inclusività e garantire che i membri della comunità possano accedere liberamente al sito durante la stagione dei frutti di bosco, i pannelli solari sono stati intenzionalmente lasciati non chiusi, con il cablaggio elettrico ben protetto all'interno delle strutture a tenda formate dai pannelli.

 

Un modello di collaborazione nell'innovazione energetica

 

La Prima Nazione di Vuntut Gwitchin ha lavorato a stretto contatto con l'azienda di servizi pubblici locale per sviluppare un contratto di acquisto di elettricità, creando un precedente per una collaborazione di successo tra servizi di pubblica utilità e comunità nei futuri progetti energetici. In qualità di produttore indipendente di energia, proprietario e gestore dell'impianto solare, Vuntut Gwitchin fornirà elettricità solare all'azienda per i prossimi 25 anni. Questa energia verrà quindi integrata nella rete e ridistribuita alla comunità, garantendo una fonte di energia sostenibile e affidabile per gli anni a venire.

Condividi
Articolo precedente
Articolo successivo