logologo

Contattaci

HomeBlogThe Rise of Global Energy Storage: Forecast for 2023 and 2024

L’aumento dello stoccaggio energetico globale: previsioni per il 2023 e il 2024

2024-01-17
EnergyTrend, una società di analisi specializzata nel settore delle energie rinnovabili, ha fatto una previsione entusiasmante. Si prevede un aumento significativo delle implementazioni globali di sistemi di accumulo di energia su larga scala nel 2024. Questa previsione è in linea con una tendenza crescente di maggiore adozione di sistemi di accumulo commerciali e industriali (C&I), che EnergyTrend prevede continuerà nel prossimo anno.

A dominare questa prospettiva di crescita è lo stoccaggio a batteria su larga scala. EnergyTrend prevede l'incredibile cifra di 53 GW/128,6 GWh di installazioni su scala industriale nel 2024. Per mettere il dato in prospettiva, l'azienda ha dichiarato a dicembre di aspettarsi di scoprire 52 GW/117 GWh di nuovi sistemi di stoccaggio di energia installati in tutti i segmenti di mercato nel 2023. Inoltre, se includiamo lo stoccaggio residenziale e C&I, la cifra totale per il 2024 potrebbe raggiungere l'impressionante cifra di 71 GW/167 GWh.

 

È interessante notare che le previsioni audaci di EnergyTrend superano quelle delle recenti previsioni di BloombergNEF. Persino le proiezioni di BloombergNEF, tutt'altro che prudenti, prevedevano 42 GW/99 GWh di implementazioni di stoccaggio di energia su scala di rete entro il 2023.

 

La Cina è all'avanguardia nelle installazioni di stoccaggio dell'energia

 

Una recente analisi di EnergyTrend ha previsto che la Cina vedrà una crescita significativa degli impianti di stoccaggio energetico nel 2024. Con la rapida adozione dell'energia rinnovabile eolica e solare e la promozione attiva dello stoccaggio energetico da parte di enti governativi a livello nazionale e provinciale, la Cina è ben posizionato per assumere un ruolo guida nel mercato dello stoccaggio dell'energia.

Secondo le stime di EnergyTrend, nel 2024 le installazioni cinesi raggiungeranno l'impressionante produzione di 24,8 GW e una capacità di 55 GWh. Questi numeri evidenziano l'impegno del Paese nell'adottare lo stoccaggio dell'energia come componente chiave della sua infrastruttura di energia rinnovabile.

La società di analisi ha inoltre sottolineato che le iniziative avviate dalle agenzie centrali cinesi per promuovere la partecipazione allo stoccaggio dell'elettricità nel mercato spot potrebbero avere implicazioni promettenti. Ciò indica che il governo sta lavorando attivamente per creare un ambiente favorevole alla crescita del settore dello stoccaggio dell'energia.

 

Stati Uniti: un mercato forte per lo storage su larga scala

 

L'analisi di EnergyTrend ha inoltre evidenziato gli Stati Uniti come un importante centro di domanda per lo stoccaggio su larga scala nel 2024. Si prevede che il mercato avrà un forte interesse per lo stoccaggio di energia, guidato da un "modello di redditività altamente economico e diversificato".

 

Negli Stati Uniti, si prevede che il mercato dello storage su larga scala sarà suddiviso all'incirca 70:30 tra risorse di storage co-localizzate e autonome. Ciò dimostra il riconoscimento da parte del Paese dell'importanza dello stoccaggio energetico nel sostenere la crescita dell'energia rinnovabile variabile (VRE).

 

Tuttavia, gli Stati Uniti si trovano ad affrontare una sfida unica con la debole integrazione della rete a livello nazionale, che rende la necessità di stoccaggio dell'energia ancora più urgente. Mentre il Paese continua ad espandere la propria capacità di energia rinnovabile, lo stoccaggio dell'energia svolgerà un ruolo fondamentale nel garantire una rete affidabile e resiliente.

 

Il Regno Unito: un mercato eccezionale in Europa

 

Mentre la Cina e gli Stati Uniti sono al centro dell'attenzione per il loro potenziale di stoccaggio su larga scala, EnergyTrend ha anche identificato il Regno Unito come il mercato di punta in Europa oggi. L'attenzione del Paese verso le energie rinnovabili e l'impegno nella riduzione delle emissioni di gas serra hanno creato un ambiente favorevole per la crescita dello stoccaggio dell'energia.

 

Mentre il Regno Unito continua a investire nell'energia eolica e solare, la necessità di stoccaggio dell'energia diventa sempre più importante. Immagazzinando l'energia rinnovabile in eccesso durante i periodi di elevata produzione e rilasciandola durante i picchi di domanda, le tecnologie di stoccaggio dell'energia possono aiutare a bilanciare la rete e massimizzare l'uso delle risorse rinnovabili.

 

In conclusione, il mercato globale dello stoccaggio dell'energia è destinato a registrare una crescita significativa nei prossimi anni, con Cina, Stati Uniti e Regno Unito in testa. L’adozione delle energie rinnovabili, insieme al sostegno del governo e all’urgente necessità di integrazione della rete, stanno guidando la domanda di stoccaggio su larga scala. Mentre il mondo passa a un futuro energetico più pulito e sostenibile, lo stoccaggio dell'energia svolgerà un ruolo cruciale nel garantire un sistema energetico affidabile ed efficiente.

 

Il mercato dello stoccaggio energetico negli Stati Uniti è al di sotto delle aspettative nel 2023

 

Secondo i rapporti della società di ricerca Wood Mackenzie e EnergyTrend sul mercato statunitense dello stoccaggio energetico, i dati di installazione per il 2023 non hanno soddisfatto le aspettative. Diversi fattori hanno contribuito a questa carenza.

 

Le interruzioni della catena di fornitura incidono sui dati relativi all'installazione 

 

Durante gli anni 2020-2022, le interruzioni della catena di fornitura si sono concentrate principalmente sui vincoli di fornitura delle batterie agli ioni di litio (Li-Ion). Tuttavia, nel 2023, le interruzioni si sono spostate verso articoli a lungo termine come i trasformatori ad alta tensione. Queste informazioni si basano su input provenienti da varie fonti, inclusa la società EPC Burns & McDonnell.

 

Ritardi nella connessione alla rete e infrastruttura obsoleta 

 

Gli Stati Uniti non sono gli unici a sperimentare ritardi nella connessione alla rete e questo problema sta interessando anche altri settori energetici come quello eolico e solare. Inoltre, l'invecchiamento delle infrastrutture di trasmissione e distribuzione (T&D) negli Stati Uniti sta esacerbando le sfide affrontate dal mercato dello stoccaggio dell'energia.

 

Forte domanda supportata da modelli di business e incentivi governativi 

 

Nonostante i dati di installazione siano inferiori, esiste ancora una forte domanda di stoccaggio dell'energia. Ciò è dovuto all’efficacia di vari modelli di business e all’impatto degli incentivi statali. L'introduzione del credito d'imposta sugli investimenti (ITC) per lo stoccaggio autonomo di energia attraverso la legislazione dell'Inflation Reduction Act (IRA) ha contribuito in modo significativo a questa domanda.

 

Previsioni di EnergyTrend per lo stoccaggio di energia su larga scala negli Stati Uniti 

 

EnergyTrend prevede che le installazioni di stoccaggio energetico su larga scala negli Stati Uniti potrebbero raggiungere 11,6 GW/38,2 GWh nel 2023. Ciò indica il potenziale di crescita del settore, anche con le sfide attuali.

 

Si prevede una crescita più lenta per lo stoccaggio energetico europeo 

 

EnergyTrend prevede che il tasso di crescita della diffusione dello stoccaggio energetico in Europa nel 2024 sarà più lento rispetto all'anno in corso. Tuttavia, l’azienda non fornisce cifre specifiche per questa aspettativa. Nonostante il rallentamento previsto, EnergyTrend prevede ancora una crescita robusta a un ritmo elevato.

 

Il Regno Unito è all'avanguardia nel mercato europeo dello storage 

 

Il Regno Unito rimane il principale mercato di storage in Europa. L'ultimo piano energetico futuro del paese, pubblicato dal governo, fissa obiettivi ambiziosi a breve termine per gli impianti di stoccaggio dell'energia. EnergyTrend prevede una rapida crescita a breve termine nel mercato del Regno Unito, con il potenziale di raggiungere 4,2 GW/6,4 GWh di nuove installazioni su larga scala nel 2024.

 

Forte traiettoria di crescita nel mercato dello stoccaggio dell'energia nel Regno Unito

 

Sebbene i dati specifici sull'installazione per il Regno Unito nel 2023 non siano ancora disponibili, un rapporto di Solar Media Market Research afferma che nel 2022 il Regno Unito ha aggiunto 800 MWh di capacità di stoccaggio di energia su scala industriale sotto forma di batterie agli ioni di litio. risorse del sistema (BESS). Ciò dimostra la rapida traiettoria di crescita del Paese nel settore dello stoccaggio dell'energia.

 

 

Condividi
Articolo precedente
Articolo successivo