logologo

Contattaci

HomeBlogHydrogen-Source Heat Pumps: Unveiling their Promising Potential in New Research

Pompe di calore a idrogeno: svelamento del loro potenziale promettente in una nuova ricerca

2024-01-31
Recentemente, uno studio pionieristico ha esplorato l’uso dell’idrogeno per alimentare le pompe di calore. I risultati suggeriscono che queste pompe di calore alimentate a idrogeno rappresentano una scelta sostenibile per il settore edile. Questo approccio è in linea con gli obiettivi del Regno Unito di raggiungere emissioni nette pari a zero, segnando un passo significativo verso soluzioni energetiche rispettose dell’ambiente.

Risultati recenti indicano che l'utilizzo di pompe di calore basate sull'idrogeno per il riscaldamento delle case del Regno Unito potrebbe ridurre significativamente le emissioni di carbonio dei sistemi energetici globali.

 

Questo studio, condotto dall'Advanced Resource Efficiency Centre dell'Università di Sheffield, è forse il primo a esaminare l'idrogeno come fonte di energia per le pompe di calore. Il team ha confrontato le pompe di calore alimentate a idrogeno con quelle che utilizzano fonti di aria, terra e acqua. La loro ricerca evidenzia che le pompe di calore a idrogeno, alimentate da idrogeno verde proveniente da fonti rinnovabili anziché dall’elettricità di rete, sono un’opzione praticabile per il Regno Unito. Tale tecnologia potrebbe alleggerire il carico sulla rete nazionale e ridurre i danni ambientali derivanti dalla catena di approvvigionamento. L'abbondante offerta di idrogeno, le basse emissioni, la sostanziale riduzione dei gas serra e l'efficiente processo di generazione sono stati identificati come i principali vantaggi.

 

Nel Regno Unito, la maggior parte delle case attualmente utilizza caldaie a gas naturale per il riscaldamento. Ciò ha portato a un aumento dei costi energetici, dei problemi di inquinamento e della dipendenza dai combustibili fossili, minacciando la sostenibilità e la sicurezza energetica del settore edilizio del Regno Unito.

 

Il governo del Regno Unito mira a eliminare gradualmente i sistemi di riscaldamento a combustibili fossili nelle nuove case entro il 2026. La sua strategia Heat and Buildings prevede almeno 600.000 installazioni di pompe di calore all'anno entro il 2028. Riconoscendo il ruolo dell'idrogeno nella riduzione delle emissioni di carbonio, la strategia suggerisce che potrebbe servire fino a 4 milioni di famiglie entro il 2035.

 

Lo studio sottolinea che lo sviluppo del mercato delle pompe di calore e della sua catena di fornitura è fondamentale per la sicurezza energetica e la resilienza del Regno Unito. I ricercatori sperano che i loro risultati possano guidare i politici e le parti interessate nell'adozione di metodi di catena di fornitura più ecologici per le pompe di calore, rafforzando così l'infrastruttura energetica del Regno Unito.

 

Il professor Lenny Koh, direttore dell'Advanced Resource Efficiency Center dell'Università di Sheffield e co-responsabile dell'Energy Institute, sottolinea l'importanza di questa ricerca. Sottolinea il ruolo delle pompe di calore a emissioni zero nel ridurre l'impatto ambientale, attrarre investimenti, ottenere il sostegno del governo locale e influenzare gli impegni finanziari verso l'integrazione delle energie rinnovabili.

 

Il documento conclude che il Regno Unito ha una grande opportunità per far avanzare a livello nazionale i sistemi di produzione dell'idrogeno e la catena di fornitura delle pompe di calore. Sostiene lo sviluppo parallelo di tecnologie di produzione dell'idrogeno come l'elettrolisi e la capacità di produzione di componenti di pompe di calore nel Regno Unito, inclusi compressori, evaporatori, valvole e refrigeranti.

 

I ricercatori ritengono che le loro scoperte potrebbero aiutare i politici a scegliere percorsi di filiera sostenibili, combattendo così il cambiamento climatico e i suoi effetti dannosi. Migliorando la sostenibilità energetica, la resilienza e la sicurezza del Regno Unito, si prevede che questi sforzi andranno a beneficio di varie industrie e settori.

 

Condividi
Articolo precedente
Articolo successivo
Contattaci per la tua soluzione energetica!

Il nostro esperto ti contatterà per qualsiasi domanda!

Select...